Ceccano: Caligiore tratta con l’altro Aversa

caligiore tonino-aversa

Il vento di crisi all’interno della maggioranza guidata dal Sindaco Roberto Caligiore, ancora scuote i colori del suo vessillo.

La resa dei conti per la mancata elezione in provincia della Bianchini e l’opinione di quest’ultima, resa nota dalla stessa, in una riunione interna dei giorni scorsi, non sembrano aver placato gli animi.

A fare da eco alla Bianchini, infatti, si sono aggiunti alcuni esponenti della lista “Noi per Ceccano”, i quali avrebbero suggerito al Sindaco di riaccogliere i consiglieri comunali dissidenti, privandoli, per punizione, di tutte le deleghe.

Al momento, i consiglieri comunali Pino Malizia, Angelo Aversa e Mauro Roma, dal canto loro, hanno reso noto pubblicamente un comunicato con il quale avanzano la richiesta di scuse da parte del consigliere Bianchini, ritenendo le dichiarazioni della stessa offensive e comunque motivo di dimissioni. E non è escluso che la stessa richiesta possa essere allargata anche ad altri consiglieri ed assessori che in questi giorni sono intervenuti duramente contro di loro.

Una richiesta senza alcun dubbio legittima, la loro, ma che è stata intravista dal Sindaco e dalla sua visione politica da caserma militare, dove il peggior nonnismo non tiene conto della parola rispetto ed onorabilità per alcuno, soltanto come una ulteriore perdita di tempo.

Non ci saranno, infatti, né scuse né smentite  e tantomeno dimissioni da parte della Bianchini. I tre dovranno rimettersi in riga e ripartire dal ruolo della recluta semplice.

Caligiore, inoltre, crede di aver gestito la vicenda con enorme vantaggio a danno dei tre dissidenti e di non aver perso tempo, poiché, già da giorni, insieme al vice sindaco Massimo Ruspandini, avrebbe avviato una seria trattativa con il consigliere Antonio Aversa dell’opposizione, eletto in consiglio grazie al quorum delle liste a sostegno del candidato Gianni Querqui, che sembra attendere ora soltanto l’ufficializzazione.

La sfida tra il Sindaco ed i tre consiglieri comunali, dunque, ora si gioca tutta sulle lancette dell’orologio.

Per questo Caligiore tenderà a minimizzare le richieste dei tre, con i quali sarà importante ricucire lo strappo il prima possibile, avvalendosi del sostegno degli altri membri della maggioranza e tenendosi comunque valida l’opzione Aversa.

Ma se i tre consiglieri comunali insisteranno, il Sindaco Caligiore si vedrebbe costretto a ridiscutere anche l’accordo politico con l’altro Aversa, il quale, tra le conseguenze più naturali, potrebbe alzare la richiesta sulla posta in gioco.

Annunci

One response to this post.

  1. Posted by Masi fabri on 26 gennaio 2017 at 23:17

    Bene bene Aversa, che appoggia il sindaco dopo avergliene dette di tutti i colori durante la campagna elettorale , questo, caro sindaco, significa che sei giunto ad un punto critico e forse sarebbe opportuno incominciare a fare il sindaco di un paese a cui farebbe comodo avere amministratori, che pensano ai loro cittadini, e non a cercare rimpasti dentro la maggioranza per sperare ancora nelle loro carriere politiche, di schieramento politico, di partiti. Dopo aver preso in giro i cittadini con false liste civiche è ora di dire a loro che dietro tutta questa presa in giro c’è un partito che spinge tutte le loro idee. Noi non faremo mai il bene di fratelli d’Italia, ma porteremo avanti le nostre idee di lista civica che ci ha permesso di far parte di questa maggioranza

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: