Ceccano: Amministrazione nella tela del Segretario Generale?

Era contrario a far emettere al Sindaco l’ordinanza di divieto di utilizzo dell’acqua dai pozzi adiacenti all’area del sito industriale Viscolube. Ora sarebbe favorevole alla cancellazione dello spezzone di video del consiglio comunale dello scorso 30 aprile, dove l’assessore Stefano Gizzi ha posto pubblicamente seri interrogativi sugli interessi politici di alcuni ex amministratori della città di Ceccano.

Favorevole con le parole, perché sulla carta la firma non la metterebbe mai.

L’astuto protagonista di questa vicenda è il Segretario Generale del Comune di Ceccano, il dott. Amedeo Scarsella.

dott. Amedeo Scarsella

Un personaggio tutto da scoprire, che usa la burocrazia e la sua conoscenza sulle normative per ingarbugliare e spaventare colleghi di lavoro, consiglieri comunali ed amministratori troppo spesso impreparati dal punto di vista amministrativo.

Accadde ad esempio sulla mia richiesta di accesso agli atti dell’azienda Viscolube. Scarsella scrisse una lettera con cui intimidì il personale dell’ufficio ambiente, che successivamente si rifiutò di consegnarmi il restante materiale dal sottoscritto regolarmente richiesto per difendermi dal procedimento penale nel quale ero coinvolto e causando alla mia persona un certo impedimento nella costruzione della strategia difensiva!

Domanda: quali interessi amministrativi aveva Scarsella nel difendere, esponendosi in questo modo, l’azienda Viscolube?

(vedi: https://antonionalli.wordpress.com/2014/03/10/nessuna-trasparenza-al-comune-di-ceccano-ancora-ostacoli-nellaccesso-e-rilascio-di-atti-pubblici-e-di-pubblico-interesse/)

Assunto presso il Comune di Ceccano da Antonio Ciotoli, da sempre di famiglia politicamente vicina a Schietroma, Scarsella è rimasto a ricoprire il suo ruolo anche durante l’Amministrazione Maliziola, nel corso della doppia gestione commissariale del Comune ed ora con l’Amministrazione guidata da Roberto Caligiore.

Nessuna delle amministrazioni che si sono susseguite, dopo Ciotoli, ha pensato di sostituirlo con un altro segretario generale, quasi si trattasse

Solo durante la gestione commissariale D’Alascio, qualcosa sarebbe andato storto. Voci di corridoio lasciavano trapelare una serie di dissapori e litigi con lo stesso Commissario. Si vociferava, in quel periodo, anche il suo intento di lasciare il Comune di Ceccano, ma in quel caso intervenne per lui qualche conoscenza divina e giunse così la notizia dell’imminente ed assai strano trasferimento del Commissario D’Alascio.

Da quando infatti, la Prefettura nomina un Commissario che sta per essere oggetto di trasferimento, per poi sostituirlo con un altro nel giro di un mese?

Un interrogativo, questo, che è rimasto ancora senza risposta.

(Vedi: https://antonionalli.wordpress.com/2014/09/23/ceccano-dopo-dalascio-la-restaurazione-di-poltrone-e-poteri-alla-sinistra/)

Ma una cosa è certa: chi a Ceccano ha votato Roberto Caligiore per voltare pagina con il passato amministrativo della sinistra, non gradisce che a condizionare le scelte del Comune di Ceccano vi siano ancora personaggi come il Segretario Generale Scarsella.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: