Mentono sapendo di mentire!

Lunedì 18 aprile 2016  hanno indetto una conferenza stampa nel corso della quale, oltre ad attaccare ferocemente l’Arpa Lazio, mettendo in ridicolo la professionalità e la competenza di chi opera in essa, hanno mentito sapendo di mentire.

Hanno mentito, infatti, sulla data delle analisi che dallo scorso 2 febbraio stanno tenendo banco perfino nel dibattito provinciale di Frosinone, portando per la prima volta nella storia amministrativa della città di Ceccano, il nuovo Sindaco, il dott. Roberto Caligiore, ad emettere un’ordinanza sindacale con la quale si fa divieto di utilizzo delle acque provenienti dai pozzi in un’area di 500 metri dall’azienda Viscolube Srl.

Hanno mentito asserendo che le stesse analisi facessero riferimento all’anno 2014, quando al contrario si tratta di valori riscontrati in maniera preoccupante già nel 2014 e successivamente nel luglio del 2015.

IMG_6008.JPG

Hanno mentito ancora quando hanno dichiarato che l’Azienda Asl avrebbe smentito i risultati delle stesse analisi con una dichiarazione sulla potabilità dell’acqua dei pozzi, quasi al fine di ridicolizzare indirettamente, ma davanti ai media, la figura del Sindaco della città di Ceccano, Roberto Caligiore, lasciando intendere, sempre indirettamente, che ci si trovi comunque di fronte ad una persona così superficiale da firmare un’ordinanza scaturita da analisi ed equivoci per loro già chiariti da tempo.

Al contrario, il documento della Asl di Frosinone non faceva riferimento ai pozzi privati, ma all’acqua distribuita dal gestore idrico, che non proviene dalla falda inquinata riscontrata dall’Arpa.

Eccolo qui:

Hanno sacrificato come un agnello pasquale il loro ex direttore, l’ingegner Marco Micheli. A domande specifiche dei giornalisti presenti su eventuali procedimenti penali aperti, infatti, hanno risposto che gli unici procedimenti penali aperti li aveva avuti il loro ex direttore!

Povero Ingegner Micheli, usato ed infangato. Neanche per la prima volta!

Non contenti di ciò, hanno raccontato ai loro operai e personale dipendente come pure agli organi di informazione intervenuti nel corso della conferenza stampa, che il Sindaco di Ceccano si sarebbe rifiutato di incontrarli nella giornata di venerdì, come se fino ad ora non avesse mai tenuto incontri istituzionali con gli stessi.

Il tutto, forse con lo scopo preciso di creare un clima di tensione? Forse con lo scopo preciso di creare un clima di paura tra le persone che lavorano all’interno dello stabilimento, le quali da giorni temono che lo stesso possa giungere ad una chiusura?

Chissà…

La verità è che nessuno vuole la chiusura dello stabilimento Viscolube, ma semplicemente chiarezza e trasparenza. Tutto ciò che fino ad oggi è venuto meno, poiché ai legittimi interrogativi posti, la Viscolube ha risposto con le denunce!

Chiarezza e trasparenza a partire dal loro piano di emergenza ed evacuazione in caso di incidente, ignoto a circa 23mila persone che popolano la città di Ceccano e che inconsapevolmente, potrebbero trovarsi nei pressi dello stesso stabilimento, magari a mangiare un panino, ad acquistare un’auto, a fare la spesa, in una palestra o ad una festa di compleanno, quando per assurdo potrebbe accadere un incidente rilevante nello stabilimento.

Ma ancora, ed a questo punto diventa lecito chiederlo: la verità è che all’azienda Viscolube ed ai suoi quadri dirigenziali, l’ordinanza della nuova Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Roberto Caligiore, ha dato fastidio, perché è andata a delineare una situazione che era meglio non portare “a galla”?

La verità è che forse l’azienda Viscolube preferisce alla guida della città di Ceccano non amministratori laureati, con capacità ed una mente pensante propria, ma persone di medio se non addirittura scarso livello culturale ed intellettuale, ai quali poter far credere perfino che gli elefanti siano in grado di volare?

Gente che magari si accontenta di qualche sponsorizzazione, dell’assunzione di qualche amico o parente, di un supporto per la campagna elettorale?

Di fronte a questi gravissimi fatti, di fronte a chi inquina il dibattito e la pubblica informazione con le menzogne, non è uno scandalo invocare verità e giustizia, qualora vi siano ancora persone disposte a perseguirla assolvendo il loro compito e preciso dovere!

 

Qui tutte le pagine della relazione Arpa dello scorso 2 febbraio 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: