Cari ceccanesi, i veri cementificatori sono stati i vostri padri ed i vostri nonni!

Luigi Compagnoni

Le dichiarazioni rese note dall’architetto Luigi Compagnoni, candidato Sindaco a Ceccano, nel corso del confronto svoltosi nella giornata di ieri con i restanti candidati Sindaco della città (per ascoltare, basta cliccare sul seguente link, dal minuto 7:20 in poi… https://www.youtube.com/watch?feature=youtu.be…), stanno sollevando un vero e proprio vespaio di polemiche, non solo sui social network, dove la gente comune non ha certamente gradito l’accostamento fatto tra i sacrifici per costruire la propria casa, con qualche palazzaccio sorto negli ultimi anni, non si sa ancora bene ad opera di chi, sul territorio di Ceccano, ma perfino nelle sezioni politiche della sinistra ceccanese, dove sarebbe sorta una serena riflessione sulla mancanza di requisiti, da parte del Compagnoni, di poter fare realmente il Sindaco di tutti i cittadini di Ceccano.

E’ incredibile come certi personaggi siano abilissimi a “girare la frittata”. Stando alle dichiarazioni di Compagnoni, a Ceccano, la vera cementificazione del territorio sarebbe avvenuta in due fasi: tra il 1965 ed il 1985, con la costruzione di ben 4600 fabbricati, quando il Comune non era provvisto di piano regolatore e con il condono del 1985 del Governo Craxi ed i successivi condoni del Governo Berlusconi.

Domanda per l’architetto Companoni: tra il 1965 ed 1985, non è stato costruito forse anche il popoloso quartiere “Giuseppe Di Vittorio”, da sempre vanto delle politiche della sinistra ceccanese, oggi definito non regolare?

Non sono forse state costruite, nelle contrade, le case di tanti operai, contadini, artigiani, elettori della sinistra e di suo zio, che ora si vedono attaccati in modo del tutto gratuito e spudorato e che con le loro costruzioni hanno pagato oneri di urbanizzazione al comune, Sud Anagni ed usi civici (tassa fortemente voluta da qualche suo parente), al contrario di qualche cementificatore dell’ultima ora?

Quante pratiche dei condoni promossi dal Governo Berlusconi, l’architetto Compagnoni ha firmato per conto dei suoi clienti di Ceccano?

C’è un ulteriore particolare, però, che all’archistar della Curia Diocesana di Monsignor Spreafico e della sezione Pci di Ceccano probabilmente è sfuggito. In quegli anni i ceccanesi avranno si costruito tantissime case, ma a tirarle su erano essi stessi,con i loro sacrifici. I lavori si portavano avanti tra familiari: muratori, falegnami, elettricisti, imbianchini… erano tutti parenti, amici, conoscenti. E quando intervenivano le ditte specializzate, le stesse erano comunque di Ceccano. I materiali venivano acquistati presso rivenditori e commercianti del nostro territorio. Antonio Malizia, ad esempio, da tutti conosciuto e ricordato come “Trisciante”, aveva i migliori materiali per l’arredamento della casa.

Addirittura aveva carte da parati pregiatissime, che si faceva consegnare dalla Spagna! Il denaro, dunque, rimaneva a Ceccano e l’economia girava! Negli ultimi anni, invece, la cementificazione perpetrata a danno del nostro territorio, è stata portata avanti con la nascita di palazzacci orrendi dal punto di vista architettonico e da ditte che non sono di Ceccano, come pure i materiali, che non sono stati certamente acquistati presso i negozianti del nostro territorio. Sentire un candidato Sindaco difendere l’ondata di cemento degli ultimi anni, nonché, indirettamente, il tentativo di infiltrazione con cui la malavita organizzata ha provato a riciclare il proprio denaro, con costruzioni sul nostro territorio, lo trovo vergognoso, ed invito tutti i ceccanesi onesti a non votare per questa persona!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: