Lettera aperta al Vescovo di Frosinone ed ai sacerdoti di Ceccano

morale-della-favola 2

Nelle pagine di questo blog ho spesso raccontato notizie che altri giornali, altri organi di informazione hanno volutamente taciuto o sminuito, pagandone personalmente ogni tipo di conseguenza, anche con le denunce che sono state sporte nei miei confronti, per presunti reati di diffamazione a mezzo stampa.

Torno a farlo di nuovo oggi, perché sfogliando un quotidiano di questa nostra provincia, ho letto casualmente, sulla pagina di Ceccano, la notizia della morte di giovane di soli 12 anni, a causa di un tumore.

Vorrei non scriverle mai notizie di questo tipo, perché vorrei non morisse e non si ammalasse più nessuno di questa terribile malattia.

Anche se non ho avuto modo di conoscerlo personalmente, come pure non conosco i suoi familiari, la morte di questo giovane non mi è indifferente. Sono profondamente scosso e non voglio fare finta, come tanti, che tutto questo non sia vero, per uccidere, ancor prima della sua nascita, la paura di un’emozione così forte da poter suscitare in me, oltre che una rabbia istintiva, anche una lacrima.

E scrivo volutamente questo pezzo, lanciando un appello a tutti i sacerdoti di Ceccano, ai quali pongo senza tanti giri di parole, la seguente domanda: DAVVERO VOGLIAMO CONTINUARE A FARE FINTA DI NULLA? DAVVERO VOGLIAMO TRINCERARCI DIETRO LE SOLITE FRASI DI CIRCOSTANZA: “DIO LO HA VOLUTO ACCANTO A SE…”, “SARA’ ORA UN ALTRO ANGELO SALITO AL CIELO…”

 

MA QUANTI ANGELI HA CHIAMATO DIO INTORNO A SE NEGLI ULTIMI ANNI?

QUANTE GIOVANI VITE SPEZZATE DAL DRAMMA DELLE PATOLOGIE TUMORALI?

PERCHE’ QUESTA IPOCRISIA DI VOLER NASCONDERSI DIETRO DIO, PER PAURA DI NON VOLER AFFRONTARE LA REALTA’…

 

UNA REALTA’ NELLA QUALE IN TANTE, TROPPE CIRCOSTANZE, POLITICA ED ISTITUZIONI HANNO PREFERITO AGIRE NON NEGLI INTERESSI DELLA SALUTE DEI CITTADINI, MA PER INTERESSI PRIVATI, ADDIRITTURA CON AZIENDE CHE VENGONO AUTORIZZATE A LAVORARE SOSTANZE PERICOLOSISSIME PER LA SALUTE UMANA, SENZA CHE LA POPOLAZIONE NE SIA CORRETTAMENTE INFORMATA!

La morte fa parte della vita. Questo è fuori dubbio. E si può morire in tanti modi.

Ma lo spaventoso incremento delle patologie tumorali in questa Terra, la Valle del Sacco, avvelenata per anni e che continua ad esserlo giornalmente, ci pone davanti ad una realtà per la quale non vi è scelta: dobbiamo trovare il coraggio di dire, di denunciare certe cose, poiché è impossibile continuare a far finta di nulla!

Per questo lancio, da questo blog, un accorato appello al Vescovo Diocesano ed a tutti i sacerdoti di Ceccano, che sono sicuramente a conoscenza di tante altre realtà, di tante altre famiglie messe a dura prova dalla malattia, negli stessi istanti in cui si sta commemorando la morte di questo giovane.

Tra i vostri compiti rientra anche quello di sensibilizzare non solo la comunità parrocchiale che guidate, ma l’intera popolazione, la politica, le istituzioni ed in generale ognuno alle proprie responsabilità.

BASTA TACERE! BASTA FARE FINTA DI NULLA!

Antonio Nalli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: