Antiestetico parlare di politica a Castel Sindici!

DSCN9232
Ho appreso questa mattina, dagli organi di informazione, che il parco di Castel Sindici sarà teatro, nei prossimi giorni, di una manifestazione politica che vede coinvolti il Partito Democratico ed il Partito Socialista, con i suoi più autorevoli esponenti provinciali: Francesco De Angelis e Gianfranco Schietroma.
Premesso che non intendo in alcun modo sferrare un attacco politico ne confronti della medesima manifestazione e degli argomenti che vuole portare alla pubblica attenzione (ognuno, del resto, è libero di organizzare ciò che vuole, rispettando anche gli altri), ritengo semplicemente non essere il parco di Castel Sindici, luogo ideale per parlare di ciò. A maggior ragione ora, in questo preciso momento cruciale di vita per l’intera Nazione, dove questa politica, è ancora lontana e distaccata dalle reali esigenze dei cittadini.
Per altro, se esiste un regolamento per impedire di svolgere manifestazioni politiche all’interno del cinema teatro “Antares”, perché non fare altrettanto con Castel Sindici?
Con questa iniziativa, infatti, ritengo si stia privatizzando un parco pubblico agli interessi privati, di due soli partiti politici, indipendentemente dal colore.
Il parco in questione, infatti, non è stato aperto al pubblico per organizzare dibattiti politici al suo interno, ma per riscoprirne il valore culturale che esso rappresenta, come patrimonio indissolubile della città. Non di una parte di cittadini che questa iniziativa andrebbe a sancire!
Ritengo essere altre le sedi ideali per discutere di politica e per questo invito pubblicamente i rappresentanti del Pd e del Ps a meditare su ciò, organizzando la manifestazione in un luogo più idoneo ai fini della stessa.
Il parco di Castel Sindici sia lasciato a disposizione delle famiglie, dei bambini, giovani ed anziani, che vogliono passeggiare tra il verde della natura senza incorrere nel rischio di essere investiti da motocicli o autovetture. Sia lasciato agli innamorati per chiacchierate romantiche, a chi vuole organizzarci un pic nic, a chi vuole leggere un libro all’aria aperta.
Sia lasciato aperto e fruibile per riscoprire il ruolo sociale nella vita di ogni individuo, del teatro, della letteratura, della musica. Manifestazioni queste che di fatto ancora non sono state programmate al suo interno!
Per la politica, quella degli interessi privati, di chi rinnega la parola data, no! Sarebbe antiestetico per il contesto e finirebbe per deturpare anche lo stesso.
Vi prego, non “stuprate” Castel Sindici!

Annunci

One response to this post.

  1. […] una manifestazione. Esprimendo in maniera colorita la sua contrarietà ( potete leggere tutto qui https://antonionalli.wordpress.com/2013/07/22/antiestetico-parlare-di-politica-a-castel-sindici/ ) Nalli pone la questione dell’utilizzo delle strutture pubbliche per le riunioni politiche, […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: