Quello strano sbuffo del Sindaco Maliziola…

Immagine

La tavola rotonda sull’ambiente si è rivelata, purtroppo, l’ennesima passerella politica.

E pur essendoci privati di qualche partita a carte, perché la si riteneva di assoluta e prioritaria importanza, come invece ha continuato a fare tranquillamente qualche consigliere comunale, se non altro ci ha dato l’unica soddisfazione di chiarirci definitivamente le idee su qualche medico che trova modo di sorridere parlando dei tumori alla vescica e sul Sindaco di Ceccano che sbuffa e si intimorisce quando si nomina qualche azienda che lei, come pure altri consiglieri comunali della sua maggioranza, probabilmente vorrebbero non si nominasse.

Il dott. Giancarlo Pizzuttelli, che stando ad un articolo comparso lo scorso 21/09/2012 sul quotidiano “Il Messaggero” a firma di Denise Compagnone, ha guadagnato nel 2011 euro 130.381, cifra che grosso modo ha continuato a guadagnare negli anni successivi, nel corso della tavola rotonda, tra sorrisetti, battutine scherzose, qualche arrabbiatura ed un invito, fatto al sottoscritto, di candidarsi alle elezioni politiche (cosa di cui non capisco il nesso!), ha prodotto dei dati sulle patologie tumorali (dati di cui non è possibile reperire copia, poiché non sono disponibili on-line sul sito internet dell’Azienda Sanitaria di Frosinone) che hanno sollevato le perplessità di molti, in primis di alcuni dei medici di base che hanno partecipato all’incontro. Mi riferisco in modo particolare ai dottori Vincenzo Guerrucci, Domenico Liburdi ed Antonio Salomone.

Quei dati, infatti, sembrano non corrispondere affatto a quello che i medici di base giornalmente constatano nei loro ambulatori visitando i loro pazienti. Eppure non si riesce a capacitarsi del perché, visto che la ricognizione dei dati, da come ha illustrato il dott. Pizzutelli, sembra non escludere neanche i ricoveri ospedalieri, come pure le eventuali mortalità, avvenute in strutture della capitale o di altre regioni dell’Italia.

Il vero punto di partenza del dibattito, dunque, deve necessariamente schiarirsi le idee sulla metodologia scientifica di raccolta dei dati e magari, ascoltando ed utilizzando maggiormente i medici di base, si dovrà concordare e mettere in atto una nuova metodologia che sicuramente qualche risultato positivo in più, potrà garantire, se non altro nel destare meno sospetti nei confronti di chi contrappone quei dati a ciò che vede e sente raccontare, da amici e parenti, giornalmente.

Quello che è emerso, inoltre, è che in questa ricerca compiuta dalle singole Asl, o comunque nell’elaborazione di questi censimenti da parte dell’Asl di Frosinone, non vi è alcun coinvolgimento dei medici di base, circostanza questa che evidenzia uno scollamento tra l’Azienda Sanitaria ed i professionisti che operano sul territorio e che si trovano maggiormente a contatto con i pazienti.

L’aspetto negativo della tavola rotonda, è stato però dettato da alcune prese di posizione avvenute nel corso del dibattito, in modo particolare dal Sindaco, che ha preteso di moderare l’incontro con un atteggiamento di censura francamente insopportabile.

Ad un certo punto, ad esempio, il dott. Pizzutelli, parlando del dato fuori norma dei tumori alla vescica registrati sugli uomini della cittadina di Ceccano, ha esternato la necessità di andare a verificare e fare attività di prevenzione presso quei siti industriali che lavorano sostanze cancerogene.

Pizzutelli ha dichiarato testualmente: “Bisognerebbe fare uno studio per ricercare sul territorio quali sono queste aziende ed andare a verificare direttamente l’incidenza sugli operai”.

A questo punto mi sono inserito nel discorso, forse in maniera maleducata per qualcuno che a cui non probabilmente non piaceva ascoltare, dicendo che se voleva, glie lo avrei fatto io il nome di un’azienda che lavora sostanze cancerogene.

Il dott. Pizzutelli ha accolto immediatamente la mia proposta e mi ha invitato a farlo.

Così, quel nome l’ho pronunciato: Viscolube!

Subito il primo cittadino di Ceccano, l’Avv. Manuela Maliziola, ha tirato fuori uno strano sbuffo e cercato fin da subito di togliere il microfono di mano al dottore della Asl per prendere la parola e riportare il dibattito su altre questioni, proprio nei frangenti in cui lo stesso medico cercava di spiegare che già si effettuano monitoraggi, presso quella azienda, circostanza questa che mi portava a chiedere ulteriormente e legittimamente, se fosse in qualche modo stata rilevata o accertata scientificamente qualche tipo di incidenza specifica su quegli operai, nel compiere giornalmente quel tipo di attività in quel determinato contesto, ovvero la lavorazione di oli esausti!

Ma a questo punto, proprio, al dottore è stata negata la facoltà di rispondere, delucidando il tutto!

Insieme al Sindaco, i consiglieri comunali Filippo Carlini, Pietro D’Annibale e Terenzio Ricci, confortati dall’ex assessore comunale Marcantonio Di Vico, sono stati i primi ad inveire nei miei confronti, intimandomi di stare zitto ed accusandomi di non so bene cosa, oltre ad essere maleducato, quando invece avevo tirato fuori un argomento che era assolutamente in tema, per altro su invito dello stesso medico.

Non vorrei giungere alla conclusione che il nome di determinate aziende, certi amministratori, non lo vogliono proprio sentire. Chissà perché… non ne capisco il motivo!

Citare la medesima azienda nel corso della conferenza, per altro, non credo sia stato, da parte mia, un atto di diffamazione, in quanto gli oli esausti classificati con caratteristiche di pericolo “H7”, vengono realmente lavorati presso lo stabilimento Viscolube di Ceccano, come risulta da diversi atti ufficiali!

Atti ufficiali di cui ancora siamo in attesa di pubblicazione sul sito internet del Comune di Ceccano, come promesso dal Sindaco Maliziola.

Ma ormai le promesse del Sindaco di Ceccano sembrano somigliare sempre più a quelle dei marinari. Ne è testimonianza la vicenda del consiglio comunale aperto, proprio su tale argomento.

Argomento che deve restare, forse, un vero e proprio tabù, per contribuire a far riuscire l’operazione di isolare definitivamente Antonio Nalli. L’unico argomento su cui la Maliziola potrà essere certa di compattare la sua intera maggioranza e quindi ottenere una buona riuscita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: