Messa in sicurezza del PalaTiberia: il geom. Giovannone poteva fare il R.U.P.?

palaTiberia

Dopo aver pubblicato nell’odierno pomeriggio, il contenuto del bando per l’affidamento dei lavori del Palazzetto dello Sport “Domenico Tiberia”, dal quale si evidenzia che al geom. Mariano Giovannone, funzionario del V° Settore del Comune di Ceccano, era stato affidato il ruolo di Responsabile Unico del Procedimento (R.U.P.), ho ricevuto un intervento da parte di un Ingegnere di Ceccano, Salvatore Proto, che nel merito ha sollevato alcune perplessità, sintetizzabili nel seguente interrogativo:  il RUP ed il direttore dei lavori di un progetto che prevede quanto segue:

• Rifacimento della copertura;
• Realizzazione isolamento termo-acustico;
• Opere murarie – intonaci – tinteggiatura;
• Sistemazione di sedute;
• Rivestimenti;
• Infissi interni in ferro ed alluminio;
• Ripristino ed adeguamento impianti: elettrici – idrico – sanitario…

possono essere rispettivamente un geometra ed un perito industriale?

L’Ing. Salvatore Proto, così risponde:

“La risposta è NO non possono e non hanno le competenze necessarie.
Il RUP deve possedere il titolo di studio e competenza adeguati e idonei all’incarico da svolgere. La valutazione delle competenze deve essere sempre rapportata alla natura e complessità dell’incarico da svolgere (art.9, c.4, c.5 DPR 207/2010, all’epoca art7 DPR 554/1999)
Ora valutate voi stessi se il progetto del rifacimento della copertura (delibera di giunta 2008) in legno lamellare con luce di oltre 40 m con nodi in strutturali in acciaio abbastanza complessi e struttura portante in cemento armato possa essere controllato e verificato da un geometra (artt. 17÷43 DPR 207/2010, con corrispondenza al DPR 554/1999).
Essendo in possesso dell’intero progetto originario del 1992 con i relativi calcoli strutturali, posso affermare che la copertura era stata addirittura calcolata per sopportare un carico di neve fino a 120 cm. Potrei aggiungere ancora altro, ma la relazione tecnica d’ufficio del Prof. Ing. Remo Calzona del Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica Università di Roma “La Sapienza” (dipartimento in cui ho avuto l’onore di conseguire la laurea) è già abbastanza chiara.
Credo che non finisca qui, ma mi piacerebbe che se ne parlasse di più.
Altra piccola anticipazione … con determina n.56 del 01/03/2011 del responsabile del V settore veniva approvato il quadro tecnico economico finale e si procedeva alla liquidazione. Un anno dopo il Palazzetto veniva giù.
Aspettiamo ora di visionare il nuovo progetto di ristrutturazione presentato dal IV settore. Forse sarebbe stato più utile aspettare che la magistratura facesse luce su quanto accaduto.
E mentre aspettiamo che il Comune di Ceccano si costituisca parte civile nell’eventuale processo, tornano a fare capolino tecnici di bandiera in vista delle imminenti elezioni amministrative”.

Vedremo ora se le considerazioni fatte dall’Ing. saranno oggetto di eventuale dibattito processuale. In questo caso, oltre ai tre tecnici comunali, potrebbero essere coinvolti anche quei pubblici amminitratori che affidarono l’incarico di R.U.P. all’ex dirigente comunale!

Annunci

One response to this post.

  1. Carissimi Antonio e Salvatore,
    non possiamo scandalizzarci a danni avvenuti, il problema delle competenze, ormai incancrenito, va affrontato e risolto prima che avvengano problematiche di questo tipo. I geometri pensano di poter progettare tutto ciò che scaturisce dallo scibile umano. Così non è, la realtà nuda e cruda è che il geometra come figura giuridica, non può progettare in ambito civile e soprattutto in zona sismica (Cassazione n°8543/09), neanche strutture in muratura, anche se il progetto è controfirmato da un professionista abilitato (laureato),(Cassazione n°19292/09), oltre al R.D. 274/1929 e R.D. 2229/1939 e altre norme e sentenze regolarmente disattese.
    Chi è che dovrebbe far rispettare le sentenze?
    Se Ceccano è un paese fuori norma, non è forse anche colpa nostra che non diamo il giusto valore all’aspetto legale ed etico dell’azione progettuale?
    Sotto il nostro naso, giornalmente, si concretizzano atti illegali sottaciuti da tutti.
    Cordialmente
    Arch. Aristide Terenzi

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: