Supino: Il primo San Cataldo senza don Antonio Boni

                     ImmagineImmagine

Mancano poche ore ormai, alla tradizionale “cacciata” di San Cataldo, che nel piccolo Comune di Supino, richiama ogni anno migliaia di persone, tra le quali anche tanti emigrati supinesi, che proprio in questi giorni di festa, approfittano per fare un viaggio e tornare nelle loro terra di orgine.

L’evento religioso del 2013, però, avrà un sapore particolare. Si tratterà, infatti, del primo evento di questa portata, senza più don Antonio Boni, per circa 50anni, guida spirituale della Comunità supinese.

Un vuoto incolmabile quello lasciato dal 2 ottobre scorso, da don Antonino, se non fosse per quella sua tenacia mai sazia, con la quale ha trasmesso la fede a tante e diverse generazioni di suoi concittadini.

Un invito alla professione ed alla fede cristiana sempre fervido e mai banale, rinnovato nella devozione alla Vergine Maria, Madre di Dio, ed a San Cataldo.

Un invito instancabile che di nuovo questa notte tornerà a farsi vivo, nei cuori dei fedeli supinesi e non, in mezzo a quanti parteciperanno con gioia e rinnovato amore ad una delle più belle tradizioni della Ciociaria in generale.

 

Link al sito internet istituzionale del Comune di Supino, in cui si commemora la scomparsa di don Antonio Boni, con articoli correlati:

http://www.comunesupino.it/sito/pagine/news/2012/0051-scomparsa-don-antonio.htm

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: