Marcus Aurelius Pastor, un legionario veterano a Fabrateria Vetus

Immagine

Nella Chiesa di Santa Maria a Fiume, in riva al Sacco, a Ceccano, c’è un’epigrafe funeraria interessante. Nascosta agli occhi dei più da un imponente organo da anni sta lì nel buio, coperta dalla polvere. Da quell’iscrizione Egidio Incelli, storico dell’Antichità, ha avviato la sua ricerca a ritroso nel tempo per cercare di capire chi fosse Marcus Aurelius Pastor cui l’epigrafe è dedicata. Era un legionario veterano, originario dell’antica Tracia, di stanza ad Albano Laziale ma in congedo nell’antica Fabrateria Vetus. Perché finì i suoi a Ceccano? In quali lontani paesi aveva prestato servizio? A queste ed altre domande si cercherà di dare risposta nell’incontro che si svolgerà venerdì 12, alle 18, presso la Biblioteca comunale di Ceccano Filippo Maria De Sanctis. Si tratta di “Miles”, il primo appuntamento del seminario “Gli antichi fabraterni, storie di concittadini dell’antichità all’ombra di Palazzo Antonelli”. Un evento organizzato da Terra Italia onlus, associazione che si occupa dello sviluppo e della diffusione degli studi sull’Italia romana, e patrocinato dal Comune di Ceccano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: