1600 tonnellate di olio scuro nello stabilimento Viscolube di Ceccano

Immagine

1600 tonnellate di olio scuro nello stabilimento Viscolube di Ceccano. Il quantitativo più alto tra tutti i depositi elencati su vasta scala nazionale.

A rivelarlo è un bando del COOU (Consorzio degli Oli Obbligatori Usati), scaricabile al seguente link: http://www.coou.it/DOCS/EL_562_avviso-di-gara.pdf.

Nell’Avviso di gara riportato sul sito internet ufficiale del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati, si legge: “entro il 23 marzo 2013, verrà indetta una gara per l’assegnazione di un quantitativo di 4.000 tonnellate (più o meno il 10%) di olio usato destinato alla rigenerazione diviso in n.4 lotti così come sotto riportati:

 

–          c/o Deposito VISCOLUBE di Pieve Fissiraga (LO) 1.500 tonnellate di olio scuro

–          c/o Deposito VISCOLUBE di Ceccano (FR) 1.600 tonnellate di olio scuro

–          c/o Deposito REOL di Corbetta (MI) 400 tonnellate di olio chiaro

–          c/o Deposito RAMOIL di Casalnuovo di Napoli (NA) 500 tonnellate di olio scuro

 

da ritirare orientativamente nel periodo che va dal 15 aprile al 15 giugno 2013.

Le Società interessate a partecipare alla gara dovranno recapitare al COOU, entro e non oltre il giorno 08 marzo 2013 alle ore 18:00, la “Richiesta di Accreditamento” sul modulo scaricabile dal sito http://www.coou.it debitamente compilato in ogni sua parte e sottoscritto dal Legale Rappresentante.

All’esito della procedura di accreditamento le Società accreditate riceveranno dal COOU il bando con annessa documentazione”.

Il bando, dunque, è scaduto e mancano esattamente 12 giorni al prossimo 15 aprile, primo giorno del periodo di finestra che si concluderà il 15 giugno prossimo, nel quale sarà possibile ritirare tali quantitativi di olio.

La domanda che ci si pone a questo punto è:

Quando questi quantitativi di olio devono essere ritirati, il Comune di Ceccano e gli altri Enti preposti, vengono preventivamene informati di simili operazioni, come pure del transito sulle proprie arterie locali, di automezzi che trasporteranno sostanze pericolosissime, le quali, nell’ipotetico e più che mai scongiurato caso di coinvolgimento in incidenti stradali, potrebbero comportare danni inimmaginabili?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: