Patologie tumorali in aumento: dura denuncia della dottoressa Stefania Di Russo cui si è associata il Sindaco di Ceccano, Manuela Maliziola

Immagine

Le patologie tumorali sono in aumento… anche nei bambini. E’ stata questa un’inaspettata dichiarazione del Sindaco Manuela Maliziola, pronunciata nel corso dell’assemblea dei Sindaci tenutasi nell’odierno pomeriggio presso l’Azienda Usl di Frosinone. Manuela Maliziola, infatti, si è associata all’allarme lanciato dall’assessore del comune di Cassino, la dottoressa Stefania Di Russo, mettendo per la prima volta in evidenza una cruda realtà che mai i suoi predecessori avevano mai confessato pubblicamente.

Ricordo quando nel corso di un convegno medico, tenutosi alcuni anni fa all’interno della mediateca comunale, solo per aver messo in evidenza una serie di problematiche, relative proprio a questi fattori, venni tacciato dagli ex sindaci Maurizio Cerroni ed Antonio Ciotoli di fare del facile allarmismo insensato, salvo poi essere ringraziato ed abbracciato da alcune persone che pur non conoscendo, si erano sentite in qualche modo chiamate in causa dalle mie parole, perché avevano affrontato in prima persona quel male oscuro.

Non era cosi, caro Maurizio Cerroni e caro Antonio Ciotoli.

Per anni, insieme a poche altre persone prive di fette di prosciutto negli occhi, ho cercato di mettere in evidenza quello di cui tutti ci rendevamo conto, ognuno nelle proprie case, nella sua vita privata.

Non era così caro ex assessore all’ambiente Nicolino Ciotoli. Sulla stampa dichiaravi che l’acqua del fiume Sacco era pulita ed in privato, per via dei miei continui articoli sull’inquinamento, cercavi di incutermi timore dichiarando che ti saresti recato personalmente da ogni singolo commerciante di Ceccano, a riferire che se non vendevano i loro prodotti era solo per colpa di quello che scrivevo io sul giornale, con l’intento di far passare me come una sorta di “agente inquinante” e non chi e cosa inquinava per davvero, arrecando reale danno alla nostra salute.

E non ci voleva neanche molto a capirlo. Del resto Ceccano, è l’unica cittadina della Valle del Sacco ad essere attraversata nel cuore della suo territorio, in pieno centro abitato, da questo fiume maledetto, che è stato capace di arrecare danni a terreni, bestiame ed anche alle persone, visto che sono tanti i ceccanesi a ritrovarsi nel proprio sangue un veleno scarto della lavorazione del lindano: il beta-esaclorocicloesano!

Cosa provoca realmente a danno della nostra salute questa sostanza? Quanto sta influendo sull’incremento di tali patologie e quanto in generale ha influito e continuerà ad influire il livello di inquinamento generale del nostro territorio, dove si trovano ubicati anche Siti di interesse nazionale ancora da bonificare, nonché siti industriali ad alto rischio?

Domande queste che avremmo dovuto porci tutti, a partire dai nostri rappresentanti istituzionali, già diversi anni fa, ma che il sistema omertoso che ha governato questa cittadina, ha preferito sopprimere. Vergogna!

Antonio Nalli

Annunci

One response to this post.

  1. […] qui il post originale patologie-tumorali-in-aumento-dura-denuncia-della-dottoressa-stefania-di-russo-cui-si-e-associata-il… […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: